mercoledì 6 febbraio 2013

Maleducata e cafona.


Credo di avere una lingua puntaspilli, quella che all'occorrenza ne ha sempre di scorta. Quelli che servono a dire la verità senza stare a pensare a come la si dice. Credo di avere poco buon senso e poca misura, anzi, non ho misura, quella che tutti voi avete, che usate per offendere o per evidenziare qualcosa di sgradevole.
Un cesso rimane cesso.
Chiunque si sentisse offeso dalla mia crudezza, o maleducazione barra cafonaggine, si consideri già in tasca le mie scuse, quelle scuse che servono a correggere un compito fatto male. Una riga rossa su quelle parole. Si ricordi, però, che il pensiero mio, quello espresso, rimane lo stesso e che dio padre onnipotente, vostro dio, vuole che io lo dica in altri modi. Tutto questo si ripercuote sulla mia persona, mi è stato detto. Bene, in molti pensano io sia speciale. Alcuni pensano io sia una merda, ma nessuno di questi ha il coraggio di dirmelo.
E che vuoi fare, esiste la cafonaggine per esserlo, a volte sinceri. La mia legge, ovvio. Ha motivo d'esistere la maleducazione e, chi conosce l'educazione, non può che conoscere benissimo il contrario.
Posso mutare. Cambiare, senza garantire risultati ottimali... poiché, di materia prima sbagliata, si tratta.

Siete fatti d'aria finta, di sole elettrico.

4 commenti:

Primo Junior ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
pisolo973 ha detto...

io penso di essere sincero ma ugualmente cafone....fortunatamente non siamo tutti uguali..
ngiorno bella...

Tazio il Divino ha detto...

Siamo fatti di porcoddio non detti, ma pensati.
Siamo della stessa materia di cui son fatti i sozzi.
Porcoddio anche a te Dea.
Ti amo.

Milk ha detto...

No, no, vai benissimo così.