sabato 27 ottobre 2012

Sulle strisce pedonali ho messo a disposizione le mie tette per la rivoluzione e un gruppo di marmocchi allattati con latte in polvere seguito da un gruppo di morti in polvere assisteva blaterando e non facendo

Per carità voglio rispettare la libertà dell'italiano che vuole esser libero di farselo mettere nel culo cantando da chicchessia, ma che l'italiano mi lasci libera di farmelo mettere nel culo da uno solo e che la scelta sia mia e solo mia.
Tra il bianco ed il nero, io scelgo me.
Ironica, ma non troppo, Dea.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Ragazzi, guardate cosa ho trovato. Il ragazzo promette, secondo me. Ciao.

http://doscomp.tumblr.com/

Giusy

electricblue ha detto...

mi semra giusto....!

Inneres Auge ha detto...

Hai messo le tette a disposizione per la rivoluzione?
Io non c'ero!

Bad Hands ha detto...

cazzo.... ad una rivoluzione del genere non mi convochi!???????? :(

John Andersson ha detto...

Caffelatte, insomma.

Giorgia Percosasiamonati ha detto...

Ehi, sei una tipa decisa ... è il resto del blog mi sembra allineato. Complimenti :)