giovedì 11 ottobre 2012

Io non so spalare merda (titolo da pensiero, titolo non del post)

Sto esercitando le capacità del silenzio. Se sono capace di gesti. Fatti.
Le parole violentano il valore come l'umidità la percezione del calore. Sono acqua. Aria. Si infiltrano. Logorano. Erodono.
Sono stanca di parlare, userò la bocca per altre faccende. Ed anche le dita, perché siamo moderni ed usiamo le dita per parlare. Quindi, userò anche le dita, per altre faccende.
Avevo solo intenzione di farti capire che sei utile.
Per suonare. Scrivere. Sognare. Ridere. Piangere. Che non sei oggetto che non s'aggiusta.
Passerà il tempo, e non dimenticherò di chiederti come stai.

4 commenti:

Nuda Veritas (Kore) ha detto...

a volte le parole rovinano tutto, hai ragione tu.
e le dita ormai sostituiscono le parole, dobbiamo fare attenzione a infinite cose.
Minacce dall'interno.

Bad Hands ha detto...

la nostalgia è un sentimento sottovalutato che io metterei tra i buoni... :) bacione!

Setarossa ha detto...

a volte le parole non bastano.

pisolo973 ha detto...

sto imparando a star zitto...
faccio grossi progressi!!