domenica 2 settembre 2012

Il mattino ha l'oro in bocca l'universo in una carezza

Dovrebbero inventare la raccolta differenziata per le parole perché esse diventino humus per le piante. Se ne vedrebbe il risultato. Si vedrebbero mostri. Ogni foglia, ogni petalo deformato, dovrebbe aver impresso il nome dell'assassino. L'impronta vocale, digitale. Il suo codice fiscale.
Meglio vivere col rimpianto di non aver detto, piuttosto che dire per paura del rimorso di non aver detto, magari, qualcosa che si sentiva in un momento di enfasi, di attimo drogato, alcolizzato, euforico. Perché avrebbe potuto avere il valore di un tappo di bottiglia di birra. Meglio non dire. Sacrificarsi. Ma c'è chi costruisce anche con i tappi di bottiglie di birra. Tutto serve a costruire qualcosa. Il pensiero largo. Il riciclo in tutto. Lascerei finire il mondo invece di riporpolarlo con mezzi cloni senza carattere.
Forse dio, quando ha creato il mondo, non pensava che l'essere umano non sarebbe stato capace di vivere alla giornata, senza progetti e senza intenzioni. Non sapeva, lui, cosa stesse facendo. Come Einstein e la bomba atomica. Come la muffa che diventa antibiotico. Come la cocacola. Un errore diventa fatale quando viene riciclato. Un bene diventa male e un male diventa bene. Dio, questo non lo sapeva.
Il caso aiuta solo le menti preparate [cit]
La parola parla solo con chi la ama. Dico io.
Ciò che dicono gli occhi non dovrebbe in nessun modo passare dalla bocca.
Bisognerebbe esser tutti dei cuochi di pensieri, ognuno col proprio tocco, quello segreto che non si rivela mai a nessuno.

Grazie per il sorriso, mi dice un barbone che mi chiede una sigaretta che gli nego perché le ho finite.
Grazie a te per avermelo tirato fuori, gli rispondo nel caos della stazione termini.

Grazie a Silvia, che è l'unica che capisce quel che scrivo.



7 commenti:

Tra cenere e terra ha detto...

Ti lascio un commento. Che vuol dire presenza e condivisione.

Bad Hands ha detto...

anche io capiscooooo!!

Dea ha detto...

Tra, e io rispondo.

Hands, ma se dici che non mi capisci mai! mica è colpa tua, sono io la malata. :D
buongiorno, caro

fracatz ha detto...

sto fatto che al mattino a loro in bocca mi lascia sempre meditare, perchè se a loro va in bocca, a tutti gli altri allora?
per il resto invece m'è tutto chiaro, robba vecchia, stesso tran tran
circolare,
circolare

electricblue ha detto...

E' verissimo, gli occhi dicono SEMPRE tutto! Siamo noi che siamo incapaci di leggervi dentro.
Conosci Diane Arbus? Lei attraverso la lettura degli occhi degli altri, rivelava se stessa...

Bacio

Bad Hands ha detto...

stavolta avevo capito! cazzo.

Dea ha detto...

Fra...prima o poi mi dirai qualcosa di serio, ve'?! :D

Daniele, non la conosco... so solo che ho un po' voglia di silenzio e di tanto sguardo.

Hands, amore.. allora sto diventando brava. lo vedi che mi sei utilisssssssimo, tu? non mi lascia' mai :D